Csi open: VITTORIA AL CARDIOPALMA

0
40

CSI Open Lemon8 – Basket Cairo 59 – 64

 

Poco dopo la larga affermazione casalinga il Basket Cairo è chiamato ad una trasferta che sulla carta sembra facile, ma proprio per questo rappresenta tutte le caratteristiche della gara in salita. E’ martedì sera e forse i bioritmi dei cairesi non sono al massimo, fatto sta che nonostante la gara cominci con un 0 a 8 , di li in avanti, almeno fino all’ultimo quarto Cairo ha grossissime difficoltà di realizzazione, sia dal campo che dalla linea dei tiri liberi, il tutto corroborato da una serata di grazia degli avversari, e da un metro arbitrale molto permissivo, che a Cairo, notoriamente, ha sempre dato fastidio. La cronaca parla di una compagine Cairese sempre pronta a lottare e mai doma, ma che dopo il primo parziale viene rimontata lentamente dai Piemontesi anche con una certa facilità, grazie alle disattenzioni ospiti in difesa. Il primo quarto si chiude con il parziale di 11 a 13. Nel secondo quarto continua la penuria di canestri realizzati, percentuali molto basse anche su tiri di buona qualità, non fanno decollare il gioco Cairese che ristagna, e viene supportato solo dalla grande pressione sulla palla, e dal modesto atletismo degli avversari, che spesso ricorrono a falli continui per mandare in lunetta i nostri. Le percentuali dalla lunetta sono peggio di quelle dal campo, per cui il risultato è dalla loro. Episodio che condiziona in parte la partita è l’espulsione, forse troppo precipitosa di Zullo, che dopo essersi visto fischiare un paio di falli veniali, ed aver subito diversi contatti senza che venissero sanzionati, all’ennesimo fallo subito perde il controllo, e viene sanzionato giustamente con un tecnico, avvicinandosi alla panchina da un calcio ad una bottiglia di acqua, e viene espulso dalla gara. Il parziale del secondo quarto ne risente, e si stabilisce sul 18 a 11 con un risultato complessivo di 29 a 24. Nel secondo tempo coach Pedrini sceglie di scendere in campo con un quintetto con quattro piccoli, Marrella da 4, per aumentare ancora la pressione difensiva. Purtroppo è il quarto in cui si soffre di più, i problemi sono sempre gli stessi, scarsissima vena realizzativa nonostante tiri ben scelti, sbagliamo anche un paio di layup da soli, e avversari che nonostante costruiscano poco, realizzano con alte percentuali, il parziale è di 15 a 10 e si va sotto in doppia cifra 44 a 34. Nell’ultima frazione Cairo finalmente riesce a mettere in campo tutta l’aggressività necessaria, e si adegua al metro arbitrale, mettendo spesso le mani addosso all’avversario, e mandandolo in confusione. Magicamente i tiri cominciano ad entrare, il divario tra le due squadre scompare velocemente, nonostante i time-out avversari cerchino di ribaltare l’inerzia. Il finale è parecchio concitato, due liberi di Guallini portano in vantaggio Cairo di uno, due liberi avversari lo riportano sotto di uno. Poi un fallo terminale su Bazelli che va in lunetta con un 2 su 2, permette a Cairo di ritornare in vantaggio. Poi un brutto canestro subito in difesa riporta i padroni di casa in vantaggio, ma gli attributi di Pera, che ha appena subito dal suo avversario diretto, con una perfetta conclusione da fuori riporta Cairo avanti. Questa azione taglia un po’ le gambe agli avversari che non riusciranno a mettere più canestri e invece perderanno due sanguinosi palloni in attacco. Giacchello e Pera in lunetta sigillano il risultato sul più 5 (59 a 64).

Vittoria più sofferta del previsto, anche se i segnali si potevano vedere all’orizzonte. Forse una maggiore concentrazione e una routine di approccio alla gara più metodica e precisa potrebbe aiutare ad entrare nel match e ad avere magari percentuali più consone alla categoria. Poi è vero che può sempre capitare una serata storta. Di buono c’è da prendere la vittoria che mantiene il Cairo nella corsa per i play off e la vena combattiva, perseverante della squadra che non si arrende mai e ottiene grazie alla sua tenacia.

Parziali: 11-13; 18-11; 15-10; 15-30.

Tabellino: Pera 14, Giacchello 14, Perfumo, Bazelli 7, Guallini 20, Gallese, Zullo 2, Marenco, Marrella 7, Diana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here