U13m: Sconfitta di sola una lunghezza contro Sanremo

0
49

Basket Cairo vs Sea Basket Sanremo 40 – 41

La terza giornata del girone di ritorno Under 13, prevede l’incontro con il Sanremo che nella partita d’andata si era rivelato  un ostico avversario  anche se superato di due punti.

Nel primo quarto il quintetto iniziale prevede Pirotti Diana Coratella Rolando e Marenco che partono con il ritmo giusto e difendendo con pazienza riescono a sviluppare alcuni contropiedi che consentono di arrivare alla prima sirena con un vantaggio di nove punti; dato negativo che peserà sulla gara, i due prematuri falli di Pirotti.

Il secondo quarto Pirotti si carica di nuovo di altri due falli, Coach Maggiolo è obbligato a richiamarlo in panchina, la gara procede lenta, ma il nervosismo del Coach ospite non passa inosservato all’arbitro,  a  fronte di alcune decisioni arbitrali da lui contestate, arriva l’espulsione dell’allenatore sanremese, costringendo i suoi ragazzi  a gestirsi da soli in panchina.

Tutto ciò comporta due reazioni totalmente diverse: mentre i ragazzi del Sanremo si compattano ed iniziano a giocare con carattere la squadra di Cairo va completamente in bambola riuscendo a segnare solo cinque punti a referto; il quarto si chiude con le squadre in parità a 23 punti.

La seconda parte dell’incontro diventa quindi una gara di nervi complice il fatto che Pirotti, rimesso in campo per cercare la via del canestro, commette ingenuamente il quinto fallo, costretto ad abbandonare il terreno di gioco, cairo perde il principale punto di riferimento in attacco; il cronometro avanza lentamente a causa delle continue mischie per la conquista della palla.

Nonostante questo, in una serata dove il gioco da parte del Cairo è risultato assente, nel finale del quarto quarto, solo gli errori dalla lunetta non hanno consentito di conquistare la vittoria.

Caoch Maggiolo rimane soddisfatto dell’impegno che i ragazzi ci mettono nel lavorare duramente, ma la squadra deve migliorare in autostima e capacità tecniche, cose che necessitano di una crescita mentale per utilizzarle nel modo migliore, accompagnate al lavoro svolto in palestra e solo a tratti utilizzato sul campo.

 

Questi gli atleti scesi in campo:

Coratella (6),  Diana (13),  Servetto,  Giordano, Pirotti (10), Butera, Benearrivato, Bagnasco, Marenco (2),  Rolando (9).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here