U18m: prima gara in coppa Liguria

0
62

Prima gara in coppa Liguria, campionato Fip al quale bisogna riabituarsi, nelle innumerevoli sfaccettature e differenze, sua in positivo che in negativo, alle  quali bisogna riadattarsi. Il gioco è sicuramente più fisico e il metro arbitrale più permissivo e questo all’inizio penalizza i giovani Cairesi che iniziano molto male la gara.

L’approccio è completamente sbagliato anche dal punto di vista mentale. Vista anche l’assenza di Marrella il Basket Cairo entra in campo già con il bollo della vittima sacrificale e non lotta in difesa come è abituato a fare. I loanesi hanno buon gioco e si infilano con facilità tra le maglie avversarie segnando a ripetizione. Non è sufficiente neanche il timeout chiamato da coach Visconti per svegliare i Cairesi. Il primo quarto si chiude con il parziale scioccante di 6 a 34.

La gara sembra essere una mattanza, invece dal secondo quarto i padroni di squadra si scuotono e cominciano a giocare con più fiducia e soprattutto difendendo come si conviene. Sembra essere cominciata un’altra gara e il Basket Cairo sembra controllarla con un vero agio. Il parziale del 2 quarto è di 16 a 10 in rimonta. Con belle giocate in attacco di Bazelli e Pisu. Il divario a metà gara è sempre abissale (22 a 44), ma i Cairesi hanno ripreso a giocare e continuano anche alla ripresa delle operazioni macinando gioco in attacco e ottime difese che permettono ancora di recuperare chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 42 a 60 (16-10). Nell’ultima frazione Cairo sembra crederci ancora e i risultati si vedono sul campo. Difesa attenta e un Bazelli in giornata di grazia che dimostra il suo valore con ottime percentuali da fuori, portano il Cairo fino al meno 5 a una manciata di secondi dalla fine con palla in mano. Timeuot e schema disegnato dal Coach che riesce alla perfezione e si arriva al meno 2. Poi è necessario il fallo per fermare il cronometro e i rivieraschi sono bravi a non sbagliare i liberi e la gara si conclude sul 60 a 66 per Loano.

Resta il rammarico di un inizio da dimenticare per approccio e intensità, ma per il resto della gara il parziale di 54 a 32 fa ben sperare per il futuro. L’aspetto mentale spesso è determinante per approcciarsi alla gara, oggi c’è stata una dimostrazione lampante che se si cominciava la gara con un atteggiamento più combattivo, poteva finire in modo decisamente diverso.

 

Tabellino: Baccino, Beltrame, Perfumo, Bazelli 19, Guallini 16, Gallese 4, Celestini, Pusu 6, Kokvelaj 14, Marenco 1.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here