U13 M – Ospedaletti missione compiuta

0
33

La terza giornata del girone di ritorno del campionato U13 porta l’Ospedaletti a giocare sul parquet di Cairo. Ai nostri ragazzi è richiesta una prova decisamente nelle loro possibilità per portare a casa il referto rosa della squadra vincente, magari cercando di evitare i patemi di Imperia. Nelle prime fasi del primo quarto alcuni errori forse di concentrazione consentono agli avversari di rimanere in partita senza però dare mai segno di effettiva pericolosità visto che Cairo riesce a rimanere sempre avanti nel punteggio senza troppi problemi e quando decide di difendere forte ed aggredire l’avversario lo mette spesso in difficoltà riuscendo a recuperare molti palloni che vengono poi tramutati in facili canestri; quindi gli ospiti decidono, soprattutto su loro canestro, di aspettare ed iniziare a difendere rimanendo comunque sempre a uomo nella propria metà campo per evitare di essere facilmente battuti in velocità o nelle ripartenze in contropiede. A parte qualche sbavatura sulla quale si dovrà lavorare per far crescere ancora i nostri ragazzi la partita è sempre stata sotto controllo e visto l’andamento della gara c’è stato anche lo spazio adeguato per l’esordio di Lukovic, un nuovo atleta classe 2002 proveniente da uno dei centri satellite della Val Bormida alla prima esperienza ufficiale in campionato che seppur sotto leva ha ben figurato andando anche al tiro almeno in due o tre occasione che con un po’ di fiducia in più potevano essere canestri realizzati.

 

Basket Cairo – Ospedaletti         63 – 41

Tabellino: Siboldi 3, Caviglia 7, Bergero 4, Guallini 19, Rebasti 17, Ogici 2, Cavallero, Brero 5, Germano 4, Bottura 2, Lukovic.

 

Questa volta voglio concludere l’articolo sulla gara disputata con una segnalazione particolare per elogiare due atleti per la migliore azione della giornata a cui potevo assistere, che non si è svolta in campo tra due compagni di squadra ma fuori della palestra tra due avversari. Uno dei giocatori di Ospedaletti dopo la partita incrocia un giocatore di Cairo e gli dice “Sei il numero …. complimenti bravo”, il giocatore di Cairo ringrazia e i due si salutano con una stretta di mano. Anche e soprattutto per questo noi amiamo questo meraviglioso sport che è il basket.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here