voglia di riscattarsi per le nostre ragazze…

0
43

BASKET CAIRO – SIDUS LIFE GENOVA 26-39

Dopo la lunga pausa delle feste Natalizie, ecco che le nostre ragazze ritornano in campo sul parquet di casa, sfidando un avversario alla loro portata, il Sidus Life Genova.

Le ragazze devono riscattarsi dopo la brutta figura fatta in amichevole con i nostri Under 13, ma la squadra si presenta con qualche defezione a referto, Bulgaru ancora convalescente dopo una brutta polmonite, Boveri assente per una costola incrinata, ma felici di aver recuperato Marta Germano dopo quasi 2 settimane di stop per un infortunio alla mano. Il quintetto schierato dalle padrone di casa è composto da Germano Sara, Irgher, Brusco, Brero Giorgia e Fiumene Elisa.

Di certo la gara non inizia nei migliori dei modi, intimorite dalle avversarie la difesa è completamente assente, assopita come un ghiro in letargo, l’attacco subisce molto la fisicità delle genovesi, più lunghe e più grosse di noi. Il primo quarto si chiude 6 a 16 per le ospiti. La furia di Coach Trotta in panchina per le cairesi non tarda ad arrivare,subito spronate ecco che  l’attacco, guidato dalle più piccine Germano Sara e Brero Giulia con l’aiuto delle più esplosive della serata Irgher e Brero Giorgia, sembra una mitragliatrice senza sicura, Cairo segna sul tabellone ben 16 punti, ma non solo l’attacco fa il suo, infatti anche la difesa, finalmente, esce dal letargo, con l’aiuto di Fiumene e  le sorelle Germano, i palloni recuperati fanno salire le statistiche, Brero Giorgia rimane per tutto il quarto cucita nell’ombra dell’avversaria più temuta, e anche una motivata Cosoleto  aiuta la squadra far chiudere alle genovesi  un imbarazzante parziale lasciandole a 0 punti realizzati.

Coach Trotta e Brioschi portano al riposo lungo le cairesi, molto soddisfatti per l’operato fin qui svolto. Il tabellone segna 19 a 16 per le cairesi.

Ma per i due Coach la strada non è per niente in discesa, bisogna mantenere la stessa concentrazione e ritrovare il ritmo che ha permesso la rimonta, impresa non facile dopo un riposo così lungo, infatti il terzo quarto temuto da tutti gli allenatori per le motivazione appena spiegate, si svelerà presto la vera causa del tracollo della partita.

Come resettate le cairesi sono in difficoltà. La partita molto fisica per un arbitraggio parecchio permissivo, alcune volte ci mette davvero in difficoltà, non troviamo gli spazi in attacco, la difesa serrata delle grosse genovesi, ci induce a forzare tiri e penetrazione, spesso con palle perse e nessun rimbalzo offensivo. Avendo speso davvero tanto nel secondo quarto, le energie iniziano a mancare, anche la nostra difesa ne risente parecchio, ma la partita sarà ancora lunga, le avversarie solcano un divario di 12 punti, con un parziale di 2 a 17, che chiuderà li terzo quarto sul 21 a 33. Coach Trotta chiede alle sue ragazze di cercare le ultime energie per affrontare l’ultimo tempo, un po’ demoralizzate e soprattutto stanche, le padroni di casa non mollano, cercare di fare bene in attacco, fermate da un contatto, per poi non essere premiate con un fischio abbatte un po’ il morale, ma solo perseverando e con l’aiuto di tanta forza di volontà, porterà le cairesi nelle prossime partite, a saper gestire in meglio certe situazioni, trovando le soluzioni giuste ai problemi che le gare presenteranno. La gara si concluderà sul 26 a 39.

Peccato veramente per il tracollo del 3° quarto, se non ci fosse stato sicuramente la partita si sarebbe messa sui nostri binari. Coach Trotta e Brioschi, comunque, elogiano le ragazze, un pò dispiaciuti per non aver dato la possibilità a tutte di giocare, sono consapevoli che al prossimo allenamento tutte saranno presenti per continuare fino alla fine la strada giusta che coach e giocatrici hanno intrapreso. Prossimo appuntamento, sabato 24  contro una fortissima Auxillium in trasferta.

 

Queste le atlete scese in campo:

Cosoleto Giorgia 2, Fiumene Elisa, Carle Victoria, Horma Wiam, Perfumo Elisa, Brero Giorgia 6, Brusco Anna 2, Botta Cecilia, Irgher Alice 10, Germano Marta, Brero Giulia 4, Germano Sara 2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here